Intesa SanPaolo assume 1800 nuovi impiegati - Tabbid Blog

Ottime notizie per chi cerca lavoro a tempo indeterminato. Il gruppo Intesa SanPaolo entro il 2021 ha deciso di assumere 1800 lavoratori con contratti di lavoro sia indeterminati che misti.Le risorse da assumere si rendono necessarie a fronte di un piano di pensionamento che prevede la fuoriuscita di ben 10 mila lavoratori.Nella seconda metà del 2019 l’Italia sembra essersi svegliata dal torpore della crisi ed inizia a sfoggiare tassi di occupazione che non si vedevano da decenni. E’ questo il momento buono per approfittarne.

 

 

Assunzioni in Intesa SanPaolo merito del piano uscite volontario

 

 

I recenti provvedimenti legislativi, che passano sotto il nome di Quota 100 (38 anni di contributi versati e 62 anni di età) e Opzione Donna, sono stati i precursori della decisione di grandi gruppi per rinnovare il proprio capitale umano.

Sul portale della FABI (federazione Autonoma Bancari Italiani), è stata confermata l’intenzione di dar seguito all’assunzione di 150 risorse mediante contratto di lavoro a tempo indeterminato a fronte dell’accordo con i sindacati del 29 maggio appena trascorso.

L’uscita volontaria di 1.600 impiegati avverrà entro il 2021 mediante piani pre pensionistici o al pensionamento. Le nuove norme in fatto di pensionamento hanno giovato a questa decisione e promettono di essere assunte da moltissime aziende.

Quest’ultimo accordo è da sommarsi a quelli già stipulati con i sindacati e che prevedono 9.000 lavoratori in esubero entro il 2020. Il totale delle fuoriuscite di personale arriva a 10.650 che verranno rimpiazzati nel tempo con 1650 nuovi dipendenti da sommare ai 150 appena citati.

 

 

Cosa prevede il piano uscite di Intesa SanPaolo

 

 

Il gruppo bancario ha programmato, con avallo delle associazioni sindacali, un programma uscite molto serrato. Le 1.600 risorse umane che lasceranno il servizio saranno così suddivise:

  • Con il Fondo Solidarietà si è definito il pensionamento anticipato di 600 lavoratori;
  • 1.000 accederanno agli incentivi di Quota 100 e Opzione Donna.

La definizione dei soggetti da coinvolgere segue un preciso indirizzo:

  • Tutti i lavoratori del Gruppo Intesa SanPaolo sono coinvolti;
  • Partecipano coloro che alla data del 31/12/2023 hanno raggiunti i requisiti AGO;
  • Tutti coloro che hanno già maturato il diritto alla pensione il 30/06/2020;
  • Coloro che maturano tale diritto nell’intervallo tra il 30/06/2020 e il 31/12/2021;
  • Tutti coloro che hanno volontariamente dato propria adesione a Opzione Donna e Quota 100 entro il 21/06/2019.

 

 

Cosa prevede il Piano di Assunzioni Intesa SanPaolo

 

 

L’ingresso di nuovi dipendenti è stato contemplato secondo diverse forme contrattuali. C’è da dire che sono interessati anche coloro che attualmente hanno un contratto di lavoro a tempo determinato e che potrebbe passare a tempo indeterminato.

Una forma di contratto relativamente nuova è quella mista, ciò significa che il contratto di lavoro è combinato tra lavoro a tempo indeterminato part-time e lavoro autonomo. Si tratta dei cosiddetti Consulenti Finanziari che necessitano dell’iscrizione all’Albo professionale di categoria.

Le altre posizioni da coprire vengono selezionate in base all’esigenza di “rete” ma anche con riferimento a:

  • le Aree Svantaggiate presenti nel territorio italiano;
  • nuovi mestieri che sorgono in relazione alla digitalizzazione soprattutto;
  • i giovani in cerca di prima occupazione;
  • le categorie protette.

 

L’accordo prevede che 150 dipendenti avranno la caratteristica del tempo indeterminato e riguarderanno in via prioritaria le necessità della rete commerciale. Attualmente Intesa SanPaolo è un gruppo che ha più di 12,6 milioni di clienti, ed è sorta dalla fusione di Sanpaolo IMI con Banca Intesa nel 2007.

La rete commerciale rappresenta un’azienda nell’azienda con quasi 6.000 sportelli attivi di cui 4.800 solo in Italia. In tutto ci sono 90mila lavoratori diretti ed indiretti che contribuiscono al suo sviluppo.

 

 

Come candidarsi per lavorare con Intesa SanPaolo

 

 

La procedura per inviare la propria candidatura è semplice. Dal sito di Intesa SanPaolo devi accedere al tag careers. Prima di procedere dai un’occhiata alle posizioni specifiche che vengono quotidianamente ricercate. Devi compilare il form del curriculum vitae online. Il gruppo ha inoltre stabilito di lanciare un nuovo servizio relativo al settore assicurativo, con ben 500 addetti da assumere entro il 2021. I nuovi assunti si occuperanno di assistenza post vendita.

 

 

Caratteristiche dei nuovi assunti

 

 

Generalmente questo gruppo gradisce il diploma di laurea, non sempre però. Per il lavoro presso le filiali può essere sufficiente anche un diploma in materie tecniche finanziarie. L’esperienza non è un requisito fondamentale, la via dello stage retribuito è la migliore per essere valutati e selezionati per un lavoro a tempo indeterminato.

Le aree geografiche maggiormente interessate tradizionalmente sono:

  • Milano, per coprire posizioni nella Sede
  • Emilia Romagna
  • Piemonte
  • Lazio

 

La lista delle figure da selezionare è veramente ampia e va dal digital Trasformation Manager ai servizi per la sicurezza online. Puoi accedere alla lista completa da questo link, che riguarda tutto il mondo, seleziona l’area geografica di tuo interesse.

 

 

Come avviene la selezione dei candidati

 

 

Un gruppo così grande è anche molto organizzato. Ogni giorno riceve centinaia di CV per cui all’interno viene attuato un servizio di screening su larga scala.

I selezionati accedono alla seconda fase che prevede direttamente i colloqui individuali. Va da se che la procedura dell’invio digitale del CV è quella di gran lunga più utilizzata e favorita dall’azienda. Per potersi candidare occorre effettuare il login. Il form digitalizzato di CV smista le candidature per opportunità di impiego e per regione geografica.

Ha senso attivarsi ora proprio perché la notizia del mega piano di assunzioni inizia a girare in rete.