Oggi vogliamo parlarti della pressione caldaia e di tutte le azioni che devi fare per risolvere gli errori. Siamo certi che questa Guida ti aiuterà a risolvere tutti quei problemi legati al riscaldamento di casa tua.

Quante volte ti sei trovato con i caloriferi freddi senza che ci fosse alcun circolo di acqua nei termosifoni? quante volte hai dovuto chiamare il tecnico della manutenzione per risolvere dei piccoli problemi che pero’ ti facevano stare al freddo? per non parlare poi di quando ti fai la doccia e l’acqua scende fredda.

 



Con questa Guida finalmente saprai tutte le cause della pressione caldaia che possono così farti risparmiare un po di soldi senza chiamare un tecnico specializzato. Ti precisiamo però che le caldaia qualsiasi esse siano hanno bisogno della manutenzione programmata così come previsto dalla normativa.

 

Pressione caldaia: di cosa stiamo parlando?

 

Tutte le caldaie, che siano esse a condensazione o a camera stagna, hanno la necessità di un controllo periodico della pressione caldaia ossia la pressione atmosferica dell’acqua all’interno delle tubature e di tutto l’impianto, caldaia inclusa,

Come si controlla la pressione caldaia? La pressione dell’impianto di riscaldamento si controlla grazie al manometro che si trova vicino a tutte le manopole di controllo e solitamente sulla carcassa metallica della caldaia.

I valori di riferimento della pressione della caldaia sono:

  • 166 bar
  • 1.5 bar

Fai attenzione sempre a impostare questo valore di pressione a impianto di riscaldamento spento e con i radiatori (termosifoni) freddi.

 

Perché scende la pressione caldaia?

 

Adesso ti descriviamo i motivi per i quali hai un abbassamento della pressione della caldaia con la conseguenza che il tuo impianto di riscaldamento e di acqua calda vada in blocco.

Aria presente nell’impianto

Quando si trova dell’aria all’interno del’impianto, la pressione della tua caldaia incomincia a scendere fino al blocco totale. Questa aria di certo è entrata da qualche parte quindi potresti trovarti nel caso che il tuo impianto presenti un piccolo buco di entrata dell’aria spesso.

Perdita dell’acqua dall’impianto

Si tratta del caso più comune a tutte le case di una certa età. In pratica avviene una perdita che solitamente si trova nei radiatori ossia nei termosifoni e questo fa si che l’aria prenda il posto dell’acqua che fuoriesce.

Vaso d’espansione

sai che cos’è il vaso d’espansione? si tratta di quel dispositivo che si trova all’interno della caldaia e serve a mantenere la pressione della caldaia costante e al di sotto dei 3 bar quando hai tutto l’impianto di riscaldamento in piena attività.

Se questo vaso si sgonfia o si buca a questo punto avrai un calo improvviso della pressione della caldaia. A questo punto l’unica opzione è quella di chiamare il tuo tecnico qualificato per la sostituzione.

Evaporazione dopo una lunga stagione estiva

Non appena incomincia il periodo invernale è sempre consigliata la verifica della pressione caldaia perché come avrai capito da questo titolo può essere che si sia stata una evaporazione dell’acqua, evaporazione ovviamente naturale.

 

Come aumentare la pressione caldaia?

 

Adesso che hai capito il perché la pressione della tua caldaia è scesa bisogna passare all’azione e aumentare il valore dei bar di modo da evitare ancora di rimanere al freddo o senza acqua calda.

Per prima cosa devi trovare il rubinetto di carico dell’acqua. solitamente questo si trova al di sotto della stessa caldaia. Si tratta di un rubinetto solitamente dalla manopola nera, non dovresti far fatica a trovarlo.

Per aumentare la pressione caldaia devi seguire le seguenti operazioni questa operazione è da fare in due persone per aver un ottimo risultato

  1. Spegni il riscaldamento
  2. Mantieni la caldaia accesa ma senza che stia riscaldando
  3. a questo punto una persona svuota l’aria dai caloriferi
  4. l’altra persona invece apre il rubinetto e controlla il salire della lancetta
  5. man mano che si procede mantenere il rubinetto aperto
  6. chiudere il rubinetto al raggiungimento del 1.5/1.6 bar

 

Cosa succede se ho caricato troppo la pressione caldaia?

 

Non ti preoccupare, la casa non scoppia ma ovviamente devi fare un’operazione molto semplice.

Apri la valvola di scarico di uno dei termosifoni e fai scaricare l’acqua fino a quando la lancetta della pressione caldaia non raggiunga i 1.5/1.6 bar come ti abbiamo sopra descritto.

 

Ho fatto tutto ma la pressione non sale: cosa fare

 

L’operazione che ti abbiamo appena descritto per far salire la pressione della tua caldaia non ha margine di errore. Con questo intendiamo che se la pressione non sale allora ci sono altri problemi.

A questo punto devi per forza mettere mano al portafogli e chiamare un tecnico specializzato che ti aiuti a risolvere un problema. Ma la domanda è: “come faccio a chiamare il tecnico per la mia caldaia?”

Su ogni caldaia esiste un adesivo con la marca della stessa e solitamente il numero di telefono del tecnico preposto alla risoluzione dei problemi di quella specifica marca.

Se invece la tua caldaia non ha l’adesivo del tecnico con il numero di telefono allora vai su internet e metti il nome della caldaia e poi scrivi “assistenza tecnica”. Vedrai che troverai subito l’azienda che ti saprà risolvere il problema.

Guarda questo video per avere una visione completa su come risolvere il problema della pressione della caldaia