Uno Studio Nazionale ha confermato che un artigiano lavora per i primi 8 mesi per pagare le Tasse allo Stato Italiano.

Lo studio evidenzia che in tutti i Comuni Italiani si rileva una enorme pressione fiscale per gli Artigiani costretti a lavorare i primi 8 mesi a favore dello Stato, andando a distruggere il margine di impresa da dedicare agli investimenti.

Il peso fiscale del 2018 a confronto con quello del 2019 è sceso di qualche punto percentuale ma stiamo parlando sempre del 65,3% del 2019 rispetto al 68,2% del 2018.

Tasse Artigiani: i comuni più colpiti

Nella classifica nazionale, il comune più virtuoso è quello di Bolzano rispetto a Reggio Calabria che si attesta all’ultimo posto.

Gli artigiani sono costretti cosi’ a trovare nuovi mezzi per aumentare la mole di lavoro e di conseguenza i margini.

Non si esclude l’ipotesi che con questa pressione fiscale così elevata anche le imprese artigiane siano costrette ad evadere parte del gettito fiscale.

Tu sei un artigiano? cosa ne pensi?