Si fa presto a dire recensione letteraria perché nell’era 3.0 del web e delle nuove piattaforme che vedono, di conseguenza anche nuovi lettori, le regole della critica letteraria classica sono del tutto mutate.

Certo, i maggiori quotidiani nazionali hanno ancora il “vecchio” recensore che scrive con le regole del giornalismo classico e che ancora, in alcuni casi, ritiene che una recensione negativa o aspra possa fargli guadagnare lettori e consensi. Ma tutto questo non funziona più ed è stato superato dall’era digitale, dai blog specializzati in letteratura e recensioni e soprattutto dai blogger che, forti della “rete” e della facilità con cui poter arrivare ai lettori, stanno diventando dei veri e propri influencer in grado di spostare a favore, di uno o più autori, addirittura le vendite in libreria o sulle piattaforme dedicate alle vendite di e-pub.

I blog di recensioni italiani più famosi, ogni trimestre, pubblicano i dati di visualizzazione dei loro articoli e dei loro redattori e non solo da questi dati si evince che, puntualmente, i loro lettori superano di oltre il 70% quelli dei maggiori quotidiani e settimanali italiani, ma che il consenso e la fama dei loro blogger più importanti supera, ormai, quello di molti celebri critici letterari.

Questo corso di sei lezioni ha lo scopo di formare i blogger per i nuovi mezzi di comunicazione in ambito editoriale e metterli alla prova concretamente per comprendere le loro potenzialità in questo settore o semplicemente per migliorarle.