Il nemico giurato della nuova legge di bilancio è l’evasione fiscale. E’ stata dichiarata guerra a tutti i soggetti che applicheranno l’evasione fiscale.

La novità è l’introduzione dell’accertamento esecutivo per tasse come TASI, IMU, TARI e tutti i tributi locali con il preciso intento di assottigliare tutte le procedure di recupero del credito.

L’articolo 96 del Disegno di Legge di Bilancio introduce questa nuova azione di controllo locale per dichiarare guerra a tutti i furbetti del quartiere.

Pignoramento 2020: come funziona

Non sarà più necessario l’iscrizione a ruolo del debito amministrativo. Stop alle cartelle esattoriali; in caso di richiesta di pagamento o di accertamento fiscale, il Comune potrà procedere all’attivazione dell’azione esecutiva e cautelari previste dalla legge.

Se non si risponderà entro 60 giorni alle richieste di pagamento o agli accertamenti fiscali si procederà direttamente con l’azione esecutiva, in poche parole al pignoramento dei beni.